Sgrendenay – Gravis 1-3

sgren_gravis
La terzultima partita della stagione regolare finisce col trionfo sul nostro campo del Gravis capolista, che festeggia la matematica promozione in modo folcloristico addirittura con un gruppo di “ultras” che ha invaso il nostro piccolo campo del Parco Livenza.

La partita è combattuta come è nella tradizione tra i nostri gialloneri (in divisa bianca) ed il Gravis. Come di consueto aspettiamo i nostri avversari nella nostra metà campo per poter contare su veloci ripartenze, grazie alle abilità davanti di Ale Carnio, bomber Cuomo e Denis. Ma il Gravis non è primo in classifica per grazia ricevuta e ci mette da subito in grossa difficoltà, producendo in serie tiri da ogni angolazione e facendo molto movimento in campo. Al 8° minuto siamo sotto e solo da quel momento abbiamo una buona reazione e ci affacciamo anche nella loro metà campo. La partita è molto fisica, ma corretta, e dopo un paio di buone parate di Mec subiamo il secondo gol a 3 minuti dalla fine della prima frazione, col loro centravanti di (sovrap)peso che abilmente le mette sul sette con un tiro di punta velenosissimo. Ma al contrario di altre situazioni ribattiamo colpo su colpo e accorciamo le distanze quasi sul fischio parziale con Ale Carnio che insacca sotto porta un assist di Max Cuomo. C’è da dire che sotto l’aspetto del gioco non abbiamo sofferto molto, ma le imprecisioni sui passaggi e la mancanza di idee nei piazzati mettono in luce la differenza tra la nostra compagine e la loro.

Il secondo tempo inizia preceduto da un appello quasi disperato di mister Sconch che raduna tutti in un abbraccio, guardandoci negli occhi e dicendoci di rimanere concentrati e non ricreare la solita situazione traumatica “d’inizio secondo tempo”. Appello reso vano dal terzo loro gol al terzo minuto di gioco, con il giocatore del Gravis che quasi indisturbato si fa un coast to coast infilando per la terza volta l’incolpevole Mec. L’incontro si chiude qui, a nulla vale il nostro forcing finale, dove negli ultimi 6-7 minuti li abbiamo chiusi nella loro metà campo, senza però essere realmente pericolosi a parte un palo di Ale Carnio. Constatiamo però che in questa partita non abbiamo mai alzato bandiera bianca, abbiamo lottato e creduto fino alla fine di ribaltare una situazione complicata, loro hanno meritato la promozione, sono una squadra tosta, fisica e tecnica, noi dobbiamo sempre sudarci più di 7 “guayaberas” per portare a casa qualcosa di buono. Ora c’è da chiudere il campionato sperando di fare quei 6 punti che ci terrebbero tranquillamente fuori dai playout, la squadra c’è e la voglia pure, forza Sgrendenay sempre!!!

Nel post partita tutti a casa di Manuel a festeggiare la lieta notizia del bimbo in arrivo, comincia il toto nomi, Ramon? Dante? Incarnato? Manuel Jr? Arrogante? ………………….

PILLOLE STATISTICHE

Primo tempo

Tiri totali: Sgrendenay 7 (3 nello specchio), Gravis 14 (8 nello specchio).

Falli commessi: Sgrendenay 2, Gravis 3.

Angoli: Sgrendenay 2, Gravis 3.

Secondo tempo

Tiri totali: Sgrendenay 10 (4 nello specchio), Gravis 14 (8 nello specchio).

Falli commessi: Sgrendenay 4, Gravis 4.

Angoli: Sgrendenay 5, Gravis 3.

Formazione: Andrea MEC Mecca, Alessandro SCONCH Scomparin, Matteo TEO Gottardo, Manuel MANU Ramon, Alessandro ALE Carnio, Denis PIPPO Pasini, Massimo MAX Cuomo. In panchina: Marco CALLE Callegher, Michele MIKI Carniel, Lino LINUS Fornasier.

Primo tempo: 8° 0-1; 17° 0-2; 19° 1-2, Ale Carnio su assist di Max;

Secondo tempo: 23° 1-3.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *