Sgrendenay – Quelli che il futsal: 3 – 4

Abbiamo messo alle spalle anche la quinta giornata e la classifica non vuole muoversi da quello 0 che comincia ad essere quasi un’ossessione. Anche quest’ultima sconfitta avviene di misura, contro un avversario tutt’altro che irresistibile e, cosa che fa più arrabbiare, immeritatamente. La prima frazione di gioco comincia con una gran mole di gioco da parte degli avversari che cominciano forte e cercano di metterci pressione da subito, ma dopo aver preso bene le misure, riusciamo noi ad essere più pericolosi, con occasioni molto ghiotte che Manuel, Mattia e bomber Max non riescono a capitalizzare. Fino all’1-0 di quest’ultimo, che una volta sbloccato, non vuole più fermarsi. La partita sembra incanalarsi su binari finalmente favorevoli, ma ecco arrivare come un fulmine a ciel sereno il pareggio che chiude la prima frazione di gioco. Resta comunque l’ottimismo in casa giallonera, perché la determinazione stasera è forte ed in più abbiamo in panchina un tifoso d’eccezione, Micio, che da questa parti significa amicizia e storia Sgrendenay. Anche Marco Callegher e Mec non fanno mai mancare il loro tifo e la loro vicinanza a bordo campo è importante. Torniamo in campo convinti di poterla portare a casa questa benedetta partita, ma dopo pochi minuti andiamo sotto con un tiro non irresistibile che però beffa il nostro portierone Roby sul secondo palo. Il capitano non ci sta, come tutti del resto, e la reazione è forte, 2-2. Ecco però che torna il consueto blackout, e nel giro di 2 minuti andiamo sotto 2-4, con un gol nato addirittura da un’azione di fallo laterale nei pressi della linea di fondo con l’attaccante avversario solo soletto che si vede servire la palla gol più semplice della terra, proprio a pochi centimetri dalla porta. La reazione c’è anche se la stanchezza nelle gambe non ci permette di attuare al meglio il pressing finale; rimane però poco tempo a disposizione, quel che serve per accorciare le distanze grazie all’hattrick di capitan Max.

La delusione è fortissima, inutile comunque recriminare su quello che si è potuto fare, questa sera la squadra c’era in campo ed è scesa con la giusta cattiveria, con le giuste motivazioni; si tratta semplicemente di muovere questa dannatissima classifica ma la fiducia rimane intatta, siamo convinti di poter dire ancora molto in questo campionato e con l’aiuto di tutti ce la faremo. Ricordiamoci semplicemente le parole del capitano dopo la sconfitta della settimana scorsa, deve essere quello il motivo per andare avanti con forza e decisione.

Se questa partita fosse un libro sarebbe “Sullo zero” di Giulio Casale.

Formazione: Roberto ROBY Basso, Matteo TEO Gottardo, Alessandro SCONCH Scomparin, Manuel MANU Ramon, Aldo ALDONE Nadalin, Mattia CUZ Marcuzzo, Massimo MAX Cuomo. In panchina: Michele MIKI Carniel. In tribuna: Maurizio MICIO Fani, Marco CALLE Callegher, Andrea MEC Mecca.

Primo tempo: 1 – 0, Max su assist di Manuel; 1 – 1. Secondo tempo: 1 – 2; 2 – 2, Max; 2 – 3, 2 – 4; 3 – 4, Max su assist di Roby.

2 thoughts on “Sgrendenay – Quelli che il futsal: 3 – 4

  1. andrea

    Inutile negarlo ma in questo momento anche il minimo errore lo paghiamo tantissimo, non a caso i due gol subiti con un pizzico di fortuna in più, e senza un calo di concentrazione potevamo evitarli.
    Resta la delusione di una partenza cosi lenta e di una classifica che resta inchiodata sullo zero.
    Sono sicuro che martedì prossimo sciogliamo le cime e lasciamo il porto per iniziare a navigare verso mari aperti… quindi issiamo le vele tutti insieme e sfruttiamo il vento che presto tornerà a soffiare nelle vele giallo nere.

    Reply
  2. micio

    Mi spiace non aver portato quel pizzico di fortuna che ci serve, ma ho tanta fiducia in tutti voi !
    Avanti Sgrendenay !!!

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *