Ristorante al lido – Sgrendenay: 6 – 4

“Due topolini caddero in un secchio pieno di panna; il primo topolino si arrese subito e annegò, il secondo topolino non voleva mollare, si sforzò a tal punto che alla fine trasformò quella panna in burro e riuscì a saltar fuori; signori da questo momento io sono quel secondo topolino.”

Questo campionato corre via e noi restiamo incollati allo 0. Vediamo le altre squadre allontanarsi a poco a poco, giornata dopo giornata, mentre noi Sgrendenay arranchiamo nel rincorrerli. Abbiamo messo alle spalle la sesta sconfitta su sei, e ancora una volta, subito dopo il triplice fischio dell’arbitro, la prima frase è stata: “Peccato perché erano alla nostra portata”. Ebbene si, nonostante avessimo giocato contro i secondi in classifica, ancora imbattuti, quest’ultima forse è stata la partita con maggior rammarico; il “Ristorante al Lido” non erano niente di straordinario, però facevano le cose semplici, giocavano in silenzio, palla a terra, andavano negli spazi e si facevano sempre trovare liberi, facevano uno-due, insomma con “l’abc” del calcio o calcetto come si suol dire, loro hanno portato a casa la partita e noi solo la rabbia (e qualche birra). Siamo andati quasi subito in vantaggio con Denis, autore di una partita straordinaria con un bell’hattrick, ed invece di farne un punto di forza, ci siamo disuniti, subendo 3 gol che hanno inchiodato il risultato del primo tempo sul 3-1. Abbiamo capito all’intervallo che potevamo farcela se giocavamo sereni, palla a terra, senza gridarci dietro ad ogni errore. Ma, una volta tornati sul parquet, dopo pochi minuti, il risultato era sul 6-1, gioco-partita-incontro. La forza dei nostri avversari è stata l’abilità di giocare semplice, la partita si spiega tutta qui. Noi le potenzialità le abbiamo, forse non la condizione atletica, ma la mente, il gruppo è stata sempre la nostra forza e da qui dobbiamo ricominciare. Non a caso comunque nel finale di partita abbiamo rimontato 3 gol e non di sicuro perché gli avversari hanno mollato, no assolutamente! Quindi, da ora, testa bassa e rincorriamo i nostri avversari e vedremo dove saremo alla fine di questo campionato e dove saranno gli altri, basta proclami, basta lamenti, basta scuse. Guardiamo dentro noi stessi e troviamo le giuste motivazioni per uscire da questa situazione, perché siamo forti!!!!

 

Se questa partita fosse stata un film sarebbe stata “Prova a prendermi” di S. Spielberg (2003).

Formazione: Andrea MEC Mecca, Matteo TEO Gottardo, Alessandro SCONCH Scomparin, Denis PIPPO Pasini, Aldo ALDONE Nadalin, Mattia CUZ Marcuzzo, Massimo MAX Cuomo. In panchina: Michele MIKI Carniel.

Primo tempo: 0 – 1, Denis su assist di Mattia; 1 – 1; 2 – 1; 3 – 1 . Secondo tempo: 4 – 1; 5 – 1; 6 – 1; 6 – 2, Denis; 6 – 3, Denis, 6 – 4, Mattia su assist di Max.

One thought on “Ristorante al lido – Sgrendenay: 6 – 4

  1. Micio

    Dai ragazzi, questa è una bellissima sfida, vorrei avere l’età e il fisico per giocarla con voi !
    Lo spogliatoio è sempre stato la nostra forza, deve essere così anche ora.
    Si ride si scherza (ok, non c’è più Fante, ma c’è Mecca… !) , si trova la serenità e quindi la concertazione per la partita.
    Io credo in voi.
    Dai !!!

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *